Mezzogiorno di Suono - Suono Sacro - 2 parte

09 Ott 2012

di Giorgio Gianotto

Nel numero scorso abbiamo introdotto i parametri significativi, di cui tenere conto nella sonorizzazione di spazi adibiti a luogo di culto.
Vediamo ora come mettere in pratica quanto scritto in precedenza per individuare le soluzioni migliori da proporre al committente nelle varie situazioni.

Il mix perfetto
Chiese con unica navata, pianta rettangolare e T60 sino a 2,5÷3 s
Le chiese con T60 contenuto sono evidentemente le “clienti” più facili. Rientrano in quest’ambito gli edifici di impianto romanico, anche di discrete dimensioni, e tutte le chiese e le cappelle, di medie dimensioni e qualunque stile, con tetto di legno, pareti di mattoni e non troppa pietra e cemento. Qualunque sistema di diffusori ottiene dei risultati sufficienti e il progettista ha a sua disposizione un’ampia varietà di scelte. Proprio per questo motivo può valere la pena di prendere in considerazione sistemi alternativi a quello classico con linee di suono.
Le linee di suono, che descriverò in dettaglio nei prossimi numero di S&L, costituiscono sin dagli anni trenta un must per i siti con acustica difficile. Queste lunghe colonne di altoparlanti, d’altra parte, inclinate verso il basso e quindi aggettanti da pareti e pilastri, non sempre compiacciono l’occhio, soprattutto se in bella vista lungo le superfici di un ambiente con dimensioni relativamente ridotte.


Dobbiamo tenere ben presente che un sistema distribuito con linee di suono, se progettato come si deve, offre in ogni condizione la massima qualità (intelligibilità) che oggi sia tecnicamente possibile ottenere. In ambienti come quelli descritti, tuttavia, qualora il tempo di riverberazione non ecceda i 3 s, dobbiamo considerare l’alternativa di un singolo diffusore caricato a tromba, collocato nella volta di legno. I cataloghi di molti fabbricanti offrono diffusori a guida d’onda di dimensioni ragionevoli e direttività costante (un parametro, quest’ultimo, indispensabile per garantire la coerenza della dispersione del suono a tutte le frequenze e di conseguenza una buona intelligibilità e l’assenza di fastidiosi rimbombi causati dall’eccesso di riverbero alle frequenze basse e medio-basse). Questi diffusori sono capaci di riprodurre le frequenze in basso sino a 150÷200 Hz e non richiedono unità aggiuntive per i bassi se si intende riprodurre la sola voce. Le ampie volte di legno offrono spazi adeguati per ospitare il diffusore, mantenendolo lontano dalla vista. L’impatto estetico è quindi nullo, la stesura dei cavi è molto più agevole, i costi di installazione ridotti, pur dovendo mettere in conto l’affitto di un trabattello che consenta di arrivare alla volta. Un sistema centralizzato di questo tipo, dotato di un diffusore con angolo di radiazione 90° x 70° o 40° x 40°, secondo le caratteristiche dell’ambiente, può coprire una navata lunga sino a 20÷25 metri ed è effettivo con tempi di riverberazione che non eccedano i 2,5 s, misurati a chiesa vuota, in chiese di piccole dimensioni, e i 3 s in chiese con navate lunghe sino a 25 m.


La posizione elevata del diffusore non disturba più di tanto la localizzazione del suono (la sua direzione di provenienza, reale o apparente, che dovrebbe coincidere con la sede dell’evento, tipicamente l’altare o l’ambone). La localizzazione del sistema centralizzato è piuttosto vaga ma accettabile. Senz’altro più accettabile di quella che si ascolta nella maggior parte delle chiese, coincidente con il diffusore più vicino, spesso alle spalle dell’ascoltatore. Ne è ragione il fatto che il nostro sistema uditivo non è molto accurato nel valutare l’elevazione di una sorgente sonora. Inoltre, il nostro apparato sensoriale è conformato in modo tale che in caso di discrepanza tra direzione di provenienza di un suono e posizione visiva dell’evento che lo genera, la posizione visiva ha sempre la prevalenza. In altre parole, si ha l’impressione che la sorgente sonora sia là dove non è.


Per chi ama sperimentare e ha il tempo e la curiosità per farlo, v’è un modo per “abbassare” la provenienza apparente del suono. È noto che negli esseri umani l’ingombro del capo e le intricate circonlocuzioni dei padiglioni auricolari producono alterazioni nella timbrica del suono correlate alla sua direzione di provenienza. In virtù di queste alterazioni siamo in grado di capire se un suono proviene da destra o sinistra, dall’alto o dal basso. Le alterazioni timbriche prodotte dalle correlazioni di fase indotte dai padiglioni auricolari e dalla testa sono denominate, nel loro complesso, Head Related Transfer Function (HRTF). Nel nostro caso, operando con un equalizzatore parametrico si può alterare la timbrica del segnale in modo tale da riprodurre una HRTF generica riferita alla posizione frontale con elevazione nulla. L’orecchio, ingannato, tenderà a localizzare davanti a sé la sorgente sonora posta, in realtà, in alto sopra la sua testa.


L’operazione è relativamente complessa e richiede un equalizzatore parametrico con numerosi punti di intervento (può essere quello integrato nell’apparato DSP che assicura le funzioni di mixer automatico, equalizzatore grafico e quant’altro). Inoltre, l’intenso campo riverberato dell’ambiente e le sensibili differenze tra l’HRTF di un individuo e quella di un altro rendono improbabile un risultato stabile e valido per tutti gli ascoltatori. Tuttavia, nell’esperienza di chi scrive, con un poco di pazienza, conoscenza e dedizione si possono raggiungere comunque risultati sorprendenti. Digitando l’acronimo HRTF in un motore di ricerca sul WEB si ottiene una lista di riferimenti interessanti, come l’IRCAM di Parigi, mentre l’abbondante letteratura sull’argomento disponibile presso l’Audio Engineering Society (AES) fornisce un approccio più tecnico.
La figura 2 mostra la simulazione di un sistema centralizzato composto da diffusore a tromba 90° x 70° in una cappella di 15 x 20 m, volta in legno e T60 di 3 s (a chiesa vuota). Il diffusore è nascosto fra le travi della volta. Lo STI (Speech Transmission Index, un indice di qualità per l’intelligibilità del parlato) presenta un valore medio di 0,5 con i banchi occupati per tre quarti: un valore non esaltante ma accettabile in vista della quasi totale invisibilità della sorgente acustica.
La figura 3 mostra la simulazione della stessa cappella con due classiche linee di suono lunghe un metro, collocate sulla parete del presbiterio. Lo STI è decisamente più elevato, in media oltre lo 0,6, ma i diffusori sono sgradevolmente visibili in questo piccolo ambiente.

Chiese con più navate, pianta rettangolare e T60 sino a 2,5÷3 s
Nelle chiese dotate delle caratteristiche appena esaminate ma con l’aggiunta di due strette navate laterali, è possibile impiegare una variante del sistema centralizzato con diffusore a guida d’onda. Le navate laterali vengono coperte da diffusori a radiazione diretta di piccole dimensioni – tipicamente da tre a quattro litri di volume esterno – collocati sui pilastri che dividono le navate ad una altezza non superiore a 2,5 metri e ad una distanza l’uno dall’altro di circa 4 metri. Il primo diffusore sarà collocato a 2 m dal presbiterio, il secondo a 6 m, il terzo a 10 m e così via. L’insieme di diffusori costituisce un sistema decentralizzato. Di norma non occorre imporre al segnale alcun ritardo temporale.

In altre tipologie di ambienti è invece giocoforza ricorrere a soluzioni imperniate sulla linee di suono. Ne vedremo alcune nella prossima puntata di Mezzogiorno di Suono.

L’autore ringrazia Bose S.p.A. per aver cortesemente messo a disposizione il CAD Acustico Bose® Modeler®.

Informazioni aggiuntive

  • Extended Classes: default

Non hai il permesso di pubblicare commenti. REGISTRATI o effettua il login:

Articoli Correlati

I PIU' POPOLARI

Prev Next

Tiziano Ferro - L’Amore è una …

Categoria: Live Concert

Tiziano Ferro - L’Amore è una cosa semplice - Tour 2012

Una grande produzione ed un grande calendario. Trentamila spettatori a Torino e Verona, quarantamila a Milano. Il produttore Roberto De Luca ci spiega come nasce...

Hits:18021

Leggi tutto

Consegnati ad Agorà i primi 24…

Categoria: News

Consegnati ad Agorà i primi 240 diffusori L-Acoustics K2.

Si tratta di una parte del materiale che Agorà ha recentemente acquistato per la fornitura di un grande evento internazionale che si svolgerà nel 2014...

Hits:16944

Leggi tutto

Live Kom 013 - Vasco is back

Categoria: Live Concert

Live Kom 013 - Vasco is back

Aggiunte le video interviste ai protagonisti: Roberto De Luca, Federico Servadei, Pasquale Aumenta, Giovanni Pinna, Andrea Corsellini e Riccardo Genovese..

Hits:15898

Leggi tutto

Jovanotti - Lorenzo negli Stad…

Categoria: Live Concert

Jovanotti - Lorenzo negli Stadi 2013

Il video e le foto del concerto, le interviste ai protagonisti, la scheda del Tour ...

Hits:13907

Leggi tutto

Modà - Gioia Tour 2013

Categoria: Live Concert

Modà - Gioia Tour 2013

Continua il tour rivelazione:la video-recensione del  concerto di Firenze, le interviste agli addetti ai lavori, l'articolo, la scheda, le foto.....

Hits:13742

Leggi tutto

Marco Mengoni - L'Essenziale T…

Categoria: Live Concert

Marco Mengoni - L'Essenziale Tour 2013

Aggiunte le video interviste ai protagonisti!

Hits:12611

Leggi tutto

C’era una volta il DMX

Categoria: Rubriche

C’era una volta il DMX

Anziano pure lui, il DMX è costretto oggi a farsi “trasportare”.

Hits:11720

Leggi tutto

Emma - Sarò Libera Tour 2012

Categoria: Live Concert

Emma - Sarò Libera Tour 2012

Esplode il live di Emma. Un calendario denso ed impegnativo.

Hits:11565

Leggi tutto

La sicurezza negli eventi live

Categoria: Rubriche

La sicurezza negli eventi live

Il pericolo NON è il mio mestiere.

Hits:11126

Leggi tutto

L’Arte del Mixaggio (secondo m…

Categoria: Produzioni e studi

L’Arte del Mixaggio (secondo me) - prima parte

Mi è stato chiesto di descrivere la tecnica di mixaggio che ho sviluppato e sto adottando da qualche tempo. La cosa ovviamente mi ha fatto...

Hits:10955

Leggi tutto

ULTIMI ARTICOLI

Prev Next

Clay Paky K-EYE HCR vince ai P…

Categoria: Uomini e Aziende

Clay Paky K-EYE HCR vince ai Plasa Awards

Claypaky si è aggiudicata un “Plasa Awards of Innovation”, uno dei più rinomati e qualificati riconoscimenti nel settore dell’Entertainment, con K-EYE HCR K-20

Hits:87

Leggi tutto

Andi Watson 
e Radiohead

Categoria: Personaggio

Andi Watson 
e Radiohead

Nell’occasione del concerto dei Radiohead quest’estate a Firenze, abbiamo avuto l’opportunità di parlare a lungo con il rinomato lighting e set designer Andi Watson: della...

Hits:939

Leggi tutto

ETC ColorSource Cyc

Categoria: News

ETC ColorSource Cyc

Il costruttore americano presenta il nuovo proiettore per ciclorama della famiglia ColorSource alla fiera PLASA 2017.

Hits:78

Leggi tutto

DiGiCo DMI-MIC

Categoria: News

DiGiCo DMI-MIC

La casa costruttrice inglese offre una nuova scheda opzionale per espandere il numero di ingressi microfonici delle console della Serie S.

Hits:113

Leggi tutto

Francesco Gabbani - Tour 2017

Categoria: Live Concert

Francesco Gabbani - Tour 2017

Abbiamo intercettato il tour estivo di Francesco Gabbani in una delle sue date conclusive, il 17 settembre al Parco Nord di Bologna. Per il momento,...

Hits:563

Leggi tutto

Sound&Lite numero 127

Categoria: News

Sound&Lite numero 127

Il nuovo numero di Sound&Lite è online!

Hits:519

Leggi tutto

Elation a PLASA 2017

Categoria: News

Elation a PLASA 2017

Due nuovi prodotti Elation Professional presentati alla prossima fiera PLASA di Londra.

Hits:112

Leggi tutto

RGBLink VSP628pro II e RMS 842…

Categoria: News

RGBLink VSP628pro II e RMS 8424S

Il distributore ligure Audio Effetti ha annunciato due interessanti nuovi prodotti di RGBLink, che saranno ufficialmente presentati presso lo stand RGBLink 10-A41 all’imminente IBC  dal...

Hits:161

Leggi tutto

Ayrton a PLASA 2017

Categoria: News

Ayrton a PLASA 2017

Ayrton prosegue le celebrazioni del proprio quindicesimo anniversario, con il lancio di nuovi ed interessanti prodotti alla 40a fiera PLASA a Londra.

Hits:194

Leggi tutto

Music & Lights @ Plasa2017

Categoria: News

Music & Lights @ Plasa2017

Una selezione di prodotti dei brand Prolight, ArchWork e DAD sarà in mostra presso lo stand del distributore UK, A.C. Entertainment Technologies (E30A), durante il...

Hits:230

Leggi tutto

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.

Utilizzando tali servizi accetti l’utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di piu'

Approvo

In che modo Sound & Lite utilizza i cookie.

PER SOUND & LITE LA RISERVATEZZA E' UN VALORE IMPORTANTE, un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati solo per questi tipi di scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze di lingua, per rendere più pertinenti gli articoli tecnici che leggi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.
TI ASSICURIAMO CHE GESTIREMO IN MODO RISERVATO QUESTE INFORMAZIONI.