Caparezza

09 Nov 2012

di Alfio Morelli

Definire gli spettacoli di Michele Salvemini, in arte Caparezza, “concerti live” è riduttivo; andrebbero meglio classificati come “spettacoli d’arte varia”.
Durante il concerto, infatti, la musica viene accompagnata da video, costumi, scenografie ed oggetti di varia natura.
Insomma un mix fra avanspettacolo, musical, teatro. Alla fine, quello che conta è che Michele, nella sua ancor breve carriera, ha saputo raccogliere e fidelizzare un pubblico piuttosto variegato, dal giovanissimo all’adulto. Come si usa dire in politica, è una forza trasversale.IMG 3978 risultato

Abbiamo incrociato il nuovo tour di Caparezza al Mama Mia di Senigallia, in provincia di Ancona, un club alternativo ben in linea con l’artista.
Il palco è montato in un ampio spazio all’aperto, in cui è affluito un pubblico pagante di circa duemila persone, ma la produzione ci ha parlato di una serata sottotono, perché solitamente la media si aggira fra i tre, quattro mila paganti.
Lo spettacolo, vario ed eccentrico, è sicuramente piacevole anche al pubblico non particolarmente amante del genere. È facile immaginare che buona parte del bilico di produzione sia occupato dagli oggetti utilizzati in scena, visto che quasi ogni canzone è caratterizzata da costumi diversi ed oggetti fra i più improbabili.
Per quanto riguarda la parte tecnica, il service al lavoro è il pugliese GM Music con una fornitura quasi esclusivamente di provenienza Proel, visti il PA Axiom ed i monitor Edge e le luci Sagitter; i mixer sono invece i nuovi digitali Yamaha CL5, comunque tutti prodotti sui quali i tecnici hanno espresso il loro apprezzamento.
È presente anche uno schermo video LED Light Beam con un’installazione non usuale che sottolinea la narrazione delle canzoni.
Interessanti anche alcune trovate sceniche che riguardano le luci, come lo schermo messo davanti agli strobo, un trucco ripreso dal mondo cinematografico che dà maggior grandiosità all’effetto.

La persona giusta per noi, che vogliamo approfondire l’organizzazione tecnica, è senza meno Antonio Porcelli, che in questo tour ricopre il doppio ruolo di direttore di produzione e fonico FoH: meglio di così? Iniziamo chiedendogli come si è arrivati a questa doppia investitura.
IMG 3816 risultato“Lavoro con Caparezza ormai da dieci anni come fonico – ci spiega – ed in questo tour, partito già a marzo 2011, l’agenzia Color Sound mi ha dato anche il compito di direttore di produzione. Viaggiamo con un bilico di produzione che contiene sia la parte tecnica sia quella scenica, perché Michele viaggia con molti bauli per i costumi ed il materiale scenico. Il personale in tour è suddiviso tra l’agenzia ed il service. Io, Fabio Favia, fonico di palco, Bull, operatore luci, ed il backliner Nicola Quarto che si occupa sia degli strumenti sia degli abiti di scena facciamo parte della produzione, quindi lavoriamo per l’agenzia, mentre altre sette persone lavorano per il service.
“Sul posto richiediamo il palco – continua Antonio – la fornitura elettrica, una persona che lavori in altezza e 10 facchini. Devo dire che lo spettacolo sta avendo un gran successo, sia per numero di date sia per partecipazione del pubblico; a mio avviso gran parte di questo successo è dato dalla formula che ha voluto l’artista che ha imposto un prezzo del biglietto a 15 Euro, ovviamente con una significativa ricaduta sul costo della data per il local promoter. Grazie a questo siamo riusciti a mettere insieme un calendario con oltre cento date, il che, con l’aria che tira in questi periodi, non è proprio male. Questo mi ha fatto capire che la catena o la filiera dello spettacolo funziona se tutti gli anelli della catena sono sani e guadagnano il giusto, ma se qualche anello della catena è più debole, prima o poi l’intera catena si spezza.
“Michele negli anni è riuscito a raccogliere un pubblico variegato, – continua Antonio – perché è un artista piuttosto particolare. Spesso mi capita di vedere giovani di 14/15 anni insieme ai genitori di 40, ed entrambi si divertono. Ciò significa che l’artista fa qualcosa che interessa non solo ad una nicchia ben identificata, ma ad un pubblico abbastanza vasto, e questo fa ben sperare per il futuro.
“Nel nostro girovagare da oltre un anno – ci racconta Antonio – abbiamo tenuto dei concerti anche all’estero, sia in Europa sia in America. Per far capire che tipo sia questo artista, basti pensare che davanti alla scelta di cosa portare nella trasferta americana non ha avuto dubbi: abbiamo lasciato a casa gli strumenti ed abbiamo portato solo i bauli di scena, affittando il resto a New York, Miami e Los Angeles, città in cui abbiamo riscosso un’accoglienza incredibile”.

Puoi descriverci il materiale tecnico?
Abbiamo molto materiale della Proel, in particolar modo l’audio. Questa scelta è dovuta alla nostra conoscenza di Mario Di Cola, progettista dell’impianto, divenuta nel tempo amicizia fraterna. Già dall’inizio ci ha seguito tantissimo, riuscendo a darci il suono che noi cercavamo. Poi in questo ultimo periodo il service ci ha portato questo nuovo mixer Yamaha CL5 che probabilmente siamo tra i primi ad usare in Italia.

Che impressione ne hai avuto?
Prima in tour avevamo un PM5RH, e quando il service ci ha proposto i nuovi modelli li abbiamo accettati con riserva, ma dopo poche date abbiamo sciolto la riserva e ce li siamo tenuti. Ne utilizziamo due, sia per la sala sia per il palco: il suono è lo stesso dei modelli precedenti, poiché usano gli stessi preamplificatori, in più la maggiore potenza di calcolo permette di usufruire di tutta la libreria dei plug-in, molto vasta e molto interessante, dandoci così la possibilità di lasciare a casa un rack esterno. Mancano alcune piccolezze del PM5 che erano comunque comode, come i potenziometri con la segnalazione a LED della posizione ed altre piccole stupidaggini, assenze che si fanno perdonare largamente per l’ottima interfaccia utente. Altra miglioria si ha grazie a la scheda DAW che, tramite il protocollo Dante, ci dà la possibilità di collegare un computer per la registrazioni multitraccia o il virtual soundcheck.

Con Fabio Favia, fonico di palco, approfondiamo la dotazione audio.IMG 3824 risultatoQual è il set up sul palco?
In fase di allestimento ci siamo impegnati molto cercando di rendere il palco il più silenzioso possibile, da qui la decisione di adottare gli in-ear monitor; ma siamo riusciti a convincere al loro impiego solo quattro musicisti su sei, così abbiamo anche aggiunto due wedge, tenuti comunque bassissimi. L’artista usa dei modelli IEM della Phonaton che ha provato per caso in un festival e che non ha più voluto togliere, mentre gli altri usano dei Sennheiser.

Come ti trovi con il nuovo Yamaha CL5?
Molto bene: prima avevo un M7CL, ed il salto di qualità è stato notevole, sia come pre sia come elettronica interna e come interfaccia utente. Questo è molto più compatto ed anche bello da vedere, cosa che certo non guasta.

IMG 3830 risultatoParliamo di luci con “Bull”, all’anagrafe Massimiliano Agostini.
Qual è stata l’evoluzione del disegno luci in questo spettacolo?
Abbiamo iniziato a lavorare all’inizio del 2011, in grande sinergia con Caparezza, il quale ha ideato la regia dello spettacolo con tutte le evoluzioni, ed insieme abbiamo realizzato il disegno luci. Io traducevo in pratica quello che lui aveva in mente, magari con qualche consiglio e qualche variazione, essendo lui un vulcano di idee incontenibile. Il concetto di base è lo stesso dall’inizio, con delle piccole variazioni. Il concept ruota tutto intorno al video che, con uno schermo centrale di forma “Eretica”, cioè una croce triangolare, caratterizza tutto il palco; a questo si aggiungono altri quattro schermi, ciascuno formato da quattro mattonelle. Il parco luci è invece composto da teste mobili della Sagitter, prima con lampada da 300 Watt poi sostituiti da dei 700 Watt che danno un ottimo risultato. Completano il disegno delle ribalte a LED, sagomatori e ACL. Sugli strobo ho usato un effetto che ho raccolto dal cinema, mettendo davanti agli strobo, ad una trentina di centimetri, uno schermo opaco molto più grande. Questo sistema comporta due varianti agli strobo: non hanno più l’effetto accecante, pur mantenendo una certa potenza, e fa sembrare il faro molto più grande, con un effetto molto gradevole. Uso un mixer Avolites, mio vecchio amore, mentre i contributi video sono gestiti da Massimo tramite un Mac Book Pro.

 

GALLERIA FOTOGRAFICA
gall icon

Informazioni aggiuntive

  • Extended Classes: default

Non hai il permesso di pubblicare commenti. REGISTRATI o effettua il login:

Articoli Correlati

I PIU' POPOLARI

Prev Next

Tiziano Ferro - L’Amore è una …

Categoria: Live Concert

Tiziano Ferro - L’Amore è una cosa semplice - Tour 2012

Una grande produzione ed un grande calendario. Trentamila spettatori a Torino e Verona, quarantamila a Milano. Il produttore Roberto De Luca ci spiega come nasce...

Hits:18029

Leggi tutto

Consegnati ad Agorà i primi 24…

Categoria: News

Consegnati ad Agorà i primi 240 diffusori L-Acoustics K2.

Si tratta di una parte del materiale che Agorà ha recentemente acquistato per la fornitura di un grande evento internazionale che si svolgerà nel 2014...

Hits:16955

Leggi tutto

Live Kom 013 - Vasco is back

Categoria: Live Concert

Live Kom 013 - Vasco is back

Aggiunte le video interviste ai protagonisti: Roberto De Luca, Federico Servadei, Pasquale Aumenta, Giovanni Pinna, Andrea Corsellini e Riccardo Genovese..

Hits:15902

Leggi tutto

Jovanotti - Lorenzo negli Stad…

Categoria: Live Concert

Jovanotti - Lorenzo negli Stadi 2013

Il video e le foto del concerto, le interviste ai protagonisti, la scheda del Tour ...

Hits:13908

Leggi tutto

Modà - Gioia Tour 2013

Categoria: Live Concert

Modà - Gioia Tour 2013

Continua il tour rivelazione:la video-recensione del  concerto di Firenze, le interviste agli addetti ai lavori, l'articolo, la scheda, le foto.....

Hits:13750

Leggi tutto

Marco Mengoni - L'Essenziale T…

Categoria: Live Concert

Marco Mengoni - L'Essenziale Tour 2013

Aggiunte le video interviste ai protagonisti!

Hits:12613

Leggi tutto

C’era una volta il DMX

Categoria: Rubriche

C’era una volta il DMX

Anziano pure lui, il DMX è costretto oggi a farsi “trasportare”.

Hits:11726

Leggi tutto

Emma - Sarò Libera Tour 2012

Categoria: Live Concert

Emma - Sarò Libera Tour 2012

Esplode il live di Emma. Un calendario denso ed impegnativo.

Hits:11574

Leggi tutto

La sicurezza negli eventi live

Categoria: Rubriche

La sicurezza negli eventi live

Il pericolo NON è il mio mestiere.

Hits:11130

Leggi tutto

L’Arte del Mixaggio (secondo m…

Categoria: Produzioni e studi

L’Arte del Mixaggio (secondo me) - prima parte

Mi è stato chiesto di descrivere la tecnica di mixaggio che ho sviluppato e sto adottando da qualche tempo. La cosa ovviamente mi ha fatto...

Hits:10962

Leggi tutto

ULTIMI ARTICOLI

Prev Next

Battiti Live 2017

Categoria: Live Concert

Battiti Live 2017

La manifestazione di Radionorba a Bari

Hits:230

Leggi tutto

Nova World Tour Europe 2017

Categoria: Uomini e Aziende

Nova World Tour Europe 2017

Music & Lights, in collaborazione con Novastar, presenta l’evento “Visualize your imagination”, il 12 ottobre presso la sede di Music & Lights.

Hits:43

Leggi tutto

Clay Paky K-EYE HCR vince ai P…

Categoria: Uomini e Aziende

Clay Paky K-EYE HCR vince ai Plasa Awards

Claypaky si è aggiudicata un “Plasa Awards of Innovation”, uno dei più rinomati e qualificati riconoscimenti nel settore dell’Entertainment, con K-EYE HCR K-20

Hits:93

Leggi tutto

Andi Watson 
e Radiohead

Categoria: Personaggio

Andi Watson 
e Radiohead

Nell’occasione del concerto dei Radiohead quest’estate a Firenze, abbiamo avuto l’opportunità di parlare a lungo con il rinomato lighting e set designer Andi Watson: della...

Hits:948

Leggi tutto

ETC ColorSource Cyc

Categoria: News

ETC ColorSource Cyc

Il costruttore americano presenta il nuovo proiettore per ciclorama della famiglia ColorSource alla fiera PLASA 2017.

Hits:84

Leggi tutto

DiGiCo DMI-MIC

Categoria: News

DiGiCo DMI-MIC

La casa costruttrice inglese offre una nuova scheda opzionale per espandere il numero di ingressi microfonici delle console della Serie S.

Hits:118

Leggi tutto

Francesco Gabbani - Tour 2017

Categoria: Live Concert

Francesco Gabbani - Tour 2017

Abbiamo intercettato il tour estivo di Francesco Gabbani in una delle sue date conclusive, il 17 settembre al Parco Nord di Bologna. Per il momento,...

Hits:578

Leggi tutto

Sound&Lite numero 127

Categoria: News

Sound&Lite numero 127

Il nuovo numero di Sound&Lite è online!

Hits:530

Leggi tutto

Elation a PLASA 2017

Categoria: News

Elation a PLASA 2017

Due nuovi prodotti Elation Professional presentati alla prossima fiera PLASA di Londra.

Hits:120

Leggi tutto

RGBLink VSP628pro II e RMS 842…

Categoria: News

RGBLink VSP628pro II e RMS 8424S

Il distributore ligure Audio Effetti ha annunciato due interessanti nuovi prodotti di RGBLink, che saranno ufficialmente presentati presso lo stand RGBLink 10-A41 all’imminente IBC  dal...

Hits:165

Leggi tutto

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.

Utilizzando tali servizi accetti l’utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di piu'

Approvo

In che modo Sound & Lite utilizza i cookie.

PER SOUND & LITE LA RISERVATEZZA E' UN VALORE IMPORTANTE, un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati solo per questi tipi di scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze di lingua, per rendere più pertinenti gli articoli tecnici che leggi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.
TI ASSICURIAMO CHE GESTIREMO IN MODO RISERVATO QUESTE INFORMAZIONI.